Facebook shop: 2022 l’anno dell’ecommerce

facebook shop 2022 ecommerce

Con un nuovo post Mark Zuckerberg annuncia che una delle priorità in sviluppo è migliorare la piattaforma ecommerce all’interno delle proprie applicazioni. Apple ha creato diversi problemi a Facebook, infatti con la nuova policy di Apple, oltre che a Facebook, è andata a danneggiare milioni di piccole imprese che utilizzano le inserzioni per promuovere i loro prodotti, rendendo difficile indirizzare con precisione un annuncio o misurare i risultati delle campagne pubblicitarie.

Ci troviamo quindi di fronte ad un 2022 incentrato sulla vendita dei prodotti all’interno della piattaforma. Cambieranno molto probabilmente le dinamiche nella progettazione delle inserzioni per la scoperta del prodotto, e ci sarà la possibilità di acquistare direttamente all’interno dei social, o indirizzare direttamente al proprio sito.

Cosa ha detto Mark Zuckerberg:

“La nostra prossima priorità per il prodotto è il commercio. Aiutare le persone a scoprire nuovi prodotti a cui sono interessate e a raggiungere i clienti all’interno delle nostre app sbloccherà molte opportunità.
Poiché i cambiamenti di Apple rendono l’e-commerce e l’acquisizione di clienti meno efficaci sul web, le soluzioni che consentono alle aziende di aprire un negozio direttamente all’interno delle nostre app diventeranno sempre più attraenti e importanti per loro. Abbiamo creato soluzioni come gli annunci che possono puntare dinamicamente al sito Web di un’azienda o al suo Negozio sulle nostre piattaforme a seconda di cosa funzionerà meglio per loro e che aiuteranno più aziende a navigare in questo ambiente difficile.
Costruire una piattaforma commerciale a tutti gli effetti è un viaggio pluriennale. Il mercato è già su larga scala e molte persone fanno affidamento su di esso, soprattutto ora con problemi di catena di approvvigionamento che rendono più difficile ottenere nuovi prodotti.

I negozi si stanno sviluppando e abbiamo un programma entusiasmante pianificato per queste festività natalizie in cui stiamo lavorando a stretto contatto con alcune delle aziende che hanno investito di più nei negozi per identificare ciò che funziona per trovare nuovi clienti e far crescere le loro attività ancora più velocemente . Il nostro piano è quindi di ridimensionare tali soluzioni in modo più ampio nel 2022.”