Facebook sfida Clubhouse

facebook sfida clubhouse twitter

Facebook, come ha gia fatto in passato, ha iniziato a lavorare su un prodotto di chat audio, continuando con il suo processo di clonazione dei suoi concorrenti.

Clubhouse, la nuova app social networking, ha guadagnato interesse di molti utenti, consentendo alle persone di riunirsi nelle chat room audio per parlare di vari argomenti.
Mark Zuckerberg, amministratore delegato di Facebook, si è interessato ai moduli di comunicazione audio, hanno detto le persone a conoscenza della questione, ed è apparso di recente nell’app Clubhouse per parlare di realtà aumentata e virtuale.

Secondo indiscrezioni, I dirigenti di Facebook hanno ordinato ai dipendenti di creare un prodotto simile. Il prodotto è nelle sue prime fasi di sviluppo, hanno detto, e il nome in codice del progetto potrebbe cambiare.

Colleghiamo le persone attraverso le tecnologie audio e video da molti anni e siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare questa esperienza per le persone”, ha affermato Emilie Haskell, una portavoce di Facebook.

Facebook ha una storia di ricerca nelle nuove tecnologie e inseguimento di diversi mezzi che hanno attratto gli utenti, soprattutto se quel pubblico è giovane. Il signor Zuckerberg ha acquistato il sito di condivisione di foto Instagram, l’app di messaggistica WhatsApp e la società di realtà virtuale Oculus quando erano tutte piccole start-up.

Facebook è anche noto nella Silicon Valley per clonare i suoi concorrenti. Instagram nel 2016 ha copiato una delle caratteristiche principali del rivale Snapchat, Stories “, che consente agli utenti di condividere video e foto effimeri. L’anno scorso, Instagram ha presentato Reels, un prodotto video simile a TikTok. Quando il servizio di teleconferenza Zoom è diventato popolare lo scorso anno, Facebook ha creato rapidamente Rooms, un servizio di chat video di gruppo. E quest’anno, Facebook ha lavorato a un prodotto concorrente di Substack, il popolare servizio di newsletter.

Facebook si è dilettato nello sviluppo di app sperimentali attraverso il suo team di sperimentazione di nuovi prodotti. Il team ha lavorato su app podcast, app di viaggio e app musicali.

Clubhouse, che è stata fondata lo scorso anno dagli imprenditori Paul Davison e Rohan Seth, ha guadagnato popolarità tra le élite della Silicon Valley come app privata per iPhone solo su invito. L’app è in “beta”, il che significa che è ancora in una fase di test prima di un ampio rilascio.

Dopo l’iscrizione a Clubhouse, gli utenti possono creare stanze dedicate a diversi argomenti. Invece di video o testo, il mezzo preferito di Clubhouse è la chat vocale. Le dimensioni delle stanze variano da quelle intime a migliaia di persone che ascoltano o partecipano. A volte, funziona come un ibrido tra una radio CB e una linea di partito degli anni ’80.

La clubhouse è fiorita durante la pandemia poiché le persone hanno cercato modi per connettersi rimanendo isolati gli uni dagli altri. L’app si trova in cima alle classifiche dell’Apple App Store in paesi come Germania, Italia, Giappone e Turchia. In una recente riunione interna, il signor Davison e il signor Seth hanno detto che Clubhouse aveva due milioni di utenti settimanali.

Altri Big stanno cercando di competere con Clubhouse. Twitter ad esempio sta testando un prodotto, chiamato Spaces, che offre una funzione di chat audio simile.

Anche l’interesse internazionale per Clubhouse è proliferato. Lunedì, l’app è stata bloccata in Cina dopo che persone di Taiwan, Hong Kong e altrove si sono unite a quelle di Taiwan, Hong Kong e altrove per condividere pensieri su argomenti che vanno dal politico al mondano.

I titani della tecnologia hanno iniziato a comparire occasionalmente su Clubhouse. Il mese scorso, Elon Musk, la persona più ricca del mondo, ha accettato di essere intervistato su Clubhouse da due tecnologi della Silicon Valley, Sriram Krishnan e Aarthi Ramamurthy, che conducono un talk show notturno sull’app chiamato “Good Time”. Ciò ha portato un impeto di interesse e Clubhouse ha lottato per mantenere a galla il suo servizio.

Domenica, i conduttori di “Good Time” hanno intervistato un dirigente di Facebook quando si è presentato un ospite a sorpresa: il signor Zuckerberg. Ha parlato brevemente del futuro della realtà aumentata e virtuale e dei piani di Facebook, prima di partire per tornare dalla sua famiglia.